VISIVA Group CH
info@visivagroup.ch
(+41) 91 966 16 28

Mattel Atene, queste sono le sfide che amiamo di più

Mattel Atene, queste sono le sfide che amiamo di più

Mattel Atene @Visiva Group (1)

L’uomo non smette di giocare perché invecchia, ma invecchia perché smette di giocare.

Le presentazioni delle nuove collezioni Mattel sono uno degli eventi più curiosi a cui si possa prendere parte.

In quanti altri luoghi al mondo potrebbe capitarvi di vedere inamidati business manager scambiarsi biglietti da visita, lungo corridoi tappezzati di caramelle gommose? E un numero non quantificabile di donne su tacco dodici, calpestare tappetoni morbidi e pieni di peluche e giocattoli?

Queste sono le sfide che amiamo di più, quelle che possono essere vinte solo conservando il bambino che c’è in noi, e riappropriandoci di quella fantasia senza limiti, capace di portarti ovunque.

Mattel, a novembre 2014, ha invitato professionisti e aziende nell’incantevole cornice del Westin Athens Astir Palace Beach di Atene, per mostrare loro i nuovi nati della casa. Un evento rivolto agli adulti, seppur dedicato ai bambini.

Così, laddove non era prevista la presenza dei bimbi nel mondo dei grandi, abbiamo voluto portare i grandi nel mondo dei bimbi.

Come? Impiegando 14 professionisti, 80 ore di grafica, 2 bilici, 70 bancali, 2 settimane di lavoro, 30 vetrine, per costruire una vera città dei sogni con Barbie, Hot Wheels e tutti gli altri concittadini nati dalle mani di papà Mattel.

Dario Saurin, la matita e il cuore di Arcoiris, dopo aver disegnato l’intero allestimento a mano libera, ci ha affidato scansione, produzione, realizzazione, trasporto e logistica.

Mattel ad Atene 2014 rimane, ad oggi, uno dei lavori più grandi che abbiamo mai realizzato.  Il più grande in assoluto in termini di misure, uno dei più grandi per quanto riguarda struttura, tecnica e funzionamento, ma uno dei più grandi soprattutto perché c’era in ballo una mission preziosa: contribuire a regalare una lezione di vita.

“Mentre cerchiamo di insegnare ai nostri figli tutto sulla vita, i nostri figli ci insegnano che la vita è tutto.” (Angela Schwindt)