VISIVA Group CH
info@visivagroup.ch
(+41) 91 966 16 28

Igor Gorgonzola, limiti fatti per essere superati

Insegne grandi dimensioni ticino

Igor Gorgonzola, limiti fatti per essere superati

Igor Gorgonzola fa parte di quei clienti nei confronti dei quali abbiamo riscontrato particolare interesse verso il nostro modus operandi. Quella filosofia che ci vede impegnati a curare gran parte della struttura comunicativa del cliente e non semplicemente il singolo evento o la singola occasione. Conoscere i desideri e le aspettative del cliente e potersi prendere cura di gran parte degli strumenti che utilizza per rivolgersi al mondo, è per noi la maniera migliore di individuare e mostrare la sua immagine.

Così, ecco che dopo aver contribuito a portare Igor Gorgonzola per le strade di tutto il pianeta con la decorazione delle autocisterne, abbiamo messo mano al progetto che nella storia di Visiva si è aggiudicato diversi primati: l’insegna del Pala Igor Gorgonzola.

Dall’autunno del 2015 quella conosciuta come Arena del complesso sportivo di Terdoppio a Novara, sarebbe diventata il Pala Igor Gorgonzola. Non si trattava di realizzare una semplice insegna, ma di assegnare nuova identità a un luogo.

Sulla base del progetto grafico realizzato dal cliente, abbiamo dato vita a un gigantesco progetto strutturale.

  • 3 metri di altezza
  • 60 metri totali di lunghezza
  • 5 insegne
  • 3 settimane di produzione
  • 2 giorni di posa
  • 4 installatori
  • 2 gru
  • 2 cestelli elevatori

Con questi numeri il progetto Pala Igor si è aggiudicato il primato di insegna più grande, ad oggi, realizzata da Visiva Group e di più grosso intervento realizzato dal nostro staff su luogo pubblico.

Le “sfide”, come questa lanciata dagli amici di Igor, ci ricordano quanto sia importante non porre limiti non solo alla fantasia, ma soprattutto alle possibilità, con particolare attenzione alla fase progettuale, una delle fasi più delicate del lavoro.

Non porsi limiti sin dai primi vagiti progettuali di un’opera, consente infatti di lasciare spazio a idee che diversamente non nascerebbero. Ma c’è di più. Questo modus operandi, permette a chi dovrà intervenire sul progetto, di studiare soluzioni e tecniche sempre nuove, migliorando i risultati e consegnando al cliente lavori sempre più vicini ai suoi desideri e alle sue aspettative.